Fai la tua domanda! Clicca qui

 

Le domande devono rispettare queste semplici regole:

  • non devono contenere riferimenti a nomi di persone, società, ecc.
  • non devono contenere espressioni offensive nei confronti di istituzioni, persone, società, ecc.

E’ possibile (non è obbligatorio) inserire un indirizzo email, se si desidera ricevere un messaggio di posta elettronica quando viene pubblicata la risposta.

 

74 risposte a “Fai la tua domanda! Clicca qui”

    • Buongiorno,
      il modello IVA deve essere presentato, soltanto in forma autonoma, entro il 30/04/2018.
      Cordiali saluti.

      Rispostefiscali.it

    • Buongiorno.
      Le spese sostenute dal veterinario per i propri animali domestici possono essere inserite in dichiarazione dei redditi.
      La detrazione è pari al 19%, su una spesa massima di euro 387,34 (la franchigia è 129,11 euro).

      Rispostefiscali.it

    • Buongiorno,
      la cedolare secca è un’imposta sostitutiva sui redditi derivanti dall’affitto di immobili.
      Possono usufruirne solo i proprietari privati (no aziende, ecc.) per l’affitto di immobili abitativi.
      L’imposta è pari al 21% (10% nei contratti a canone concordato) e sostituisce l’IRPEF, imposta di bollo e di registro.

    • Buongiorno,
      a partire da 01/01/2018 è stato introdotto il “bonus verde”, cioè una detrazione del 36% su una spesa massima di euro 5.000,00.
      Riguarda i lavori per la sistemazione del verde, creazione di impianti di irrigazione e pozzi e giardini pensili.
      I pagamenti devono essere fatti con strumenti tracciabili (NO contante).

  1. Buongiorno,
    gioco a calcio in una squadra a livello dilettanti.
    Il mio presidente mi ha detto che è aumentato l’importo dei compensi non tassabili.
    Chiedo un chiarimento, grazie.

    • Buongiorno,
      è aumentato a Euro 10.000,00 (prima era 7.500) l’importo dei compensi erogati agli sportivi dilettanti che non concorrono alla formazione del reddito.

  2. Buongiorno,
    sono un artigiano con P.IVA.
    Mi sono dimenticato di versare l’acconto IVA che scadeva dopo Natale.
    E’ stata una dimenticanza, con tutte queste feste…..
    Posso rimediare senza pagare sanzioni alte?

    • Buongiorno,
      può rimediare utilizzando il ravvedimento.
      La sanzione, se paga entro trenta giorni dalla scadenza, è pari al 1,5%

  3. Lo spesometro per il 2° semestre 2017 quando scade?
    Non ricordo se fine gennaio o febbraio …. grazie per la risposta.

  4. Buongiorno,
    sono un pensionato, ho sentito parlare di 730 precompilato.
    Posso utilizzare anche io questo servizio?

    • Buongiorno,
      sì lo può utilizzare.
      Deve richiedere i codici di accesso all’Agenzia delle Entrate.
      Così, può visualizzare, modificare e inviare il 730.

  5. Buongiorno.
    Ho ricevuto una multa da parte dell’Agenzia delle Entrate ma la ritengo ingiustificata e intendo fare ricorso.
    Devo farmi assistere obbligatoriamente da un consulente o posso difendermi da solo? Per risparmiare più che altro.

    • Per le controversie di valore fino a tremila euro le parti possono stare in giudizio senza assistenza tecnica.
      Per valore della lite si intende l’importo del tributo al netto degli interessi e delle eventuali sanzioni irrogate.

  6. Salve,
    nel 2018 avrei intenzione di comprare casa (prima casa).
    Chiedo cortesemente se è possibile detrarre anche l’IVA pagata per l’acquisto dell’immobile.
    Grazie.

    • Buongiorno Laura,
      la disposizione cui fa riferimento era in vigore fino a dicembre 2017.
      Non è stata prorogata e pertanto non è possibile usufruirne.

  7. Salve, chiedo a voi perché il mio commercialista è in ferie….
    Ho un attività con regime forfettario.
    Ho emesso una fattura nel 2017 ma l’incasso avverrà a fine gennaio 2018: l’importo della fattura devo considerarlo per il rispetto del limite di fatturato?

    • Buongiorno,
      con il regime forfettario vale il principio di cassa, quindi per il limite dei ricavi si fa riferimento agli importi incassati.

    • E’ possibile.
      Deve essere iscritta al registro VIES prima di effettuare l’operazione.
      Dopo aver acquistato, dovrà compilare gli elenchi Intrastat.

    • E’ stato prorogato, ma da quest’anno il beneficio aggiuntivo è il 30% (fino al 2017 era il 40%).
      Cordiali saluti.

    • L’acconto è un anticipazione del prezzo e le fatture devono essere con IVA.
      La caparra ha una funzione di garanzia, non c’è l’IVA.

    • Buongiorno,
      la certificazione unica deve essere inviata telematicamente entro il 07 marzo 2018.
      Inoltre, deve essere consegnata ai dipendenti ed altri destinatari entro il 31 marzo.

    • Può usare il credito IVA in compensazione fino ad euro 5.000,00 senza limitazioni.
      Per importi superiori ad euro 5.000, è necessario presentare la dichiarazione IVA con visto di confermità di un professionista.

    • Sì, la scadenza dell’invio dello spesometro relativo al II° semestre 2017 è stata spostata al 06 aprile.

    • Fino al 31.12.2018 è possibile utilizzare il “vecchio” modello cartaceo.
      La presentazione in via telematica diventerà obbligatoria dall’1.1.2019.

  8. Una domanda: se non si versa l’IVA, si rischiano sanzioni penali? C’è un limite, una soglia di non punibilità?

    • I lavoratori dipendenti ed i pensionati possono accedere, tramite codici di accesso rilasciati dall’Agenzia delle Entrate, al proprio 730 precompilato e visualizzarlo con i dati trasmessi dagli operatori (redditi di lavoro/pensione, spese sanitarie, di ristrutturazione, ecc.) e trasmetterlo direttamente all’amministrazione finanziaria.

    • Il costo dell’abbonamento al trasporto pubblico locale (treni, bus, metropolitana, ecc.) sostenuto durante il 2018 può essere inserito nel 730 o UNICO fino ad un massimo di 250 euro.

    • I costi relativi alle autovetture intestate alla partita iva possono essere detratti generalmente del 20% (fanno eccezione gli agenti di commercio che possono scaricare 80% dei costi).

    • Le nuove attività, rispettando determinati requisiti (ricavi, spese per dipendenti, beni strumentali, ecc.) possono adottare il regime forfetario, con una tassazione del 5% per i primi cinque anni.

    • La condizione affinché i figli possano essere considerati a carico è che abbiano un reddito
      non superiore a € 2.840,51.

  9. Salve, ho acquistato la mia casa dove abito. Ho fatto un mutuo: si può inserire nel 730 le rate mensili del mutuo?

    • Si può inserire nella dichiarazione dei redditi solo l’importo degli interessi pagati entro un massimo di 4.000 euro e la detrazione è del 19%.

  10. Buongiorno, svolgo un’attività come forfetario. Nel 2017 ho superato la soglia di ricavi di poco (31.500 invece di 30.000) Nel 2018 posso essere ancora forfetario visto che è poco il superamento?

    • Non è possibile. Il superamento del limite di ricavi nel regime forfetario comporta l’applicazione del regime ordinario a partire dall’anno successivo.

  11. Salve, nel 2017 ho lavorato come dipendente in 2 posti diversi. In questi giorni ho ricevuto le 2 certificazioni uniche: devo fare la dichiarazione dei redditi o posso fare a meno?

    • Deve controllare sulla certificazione relativa all’ultimo posto di lavoro, se è stato fatto o meno il conguaglio.
      Generalmente, in presenza di più certificazioni uniche bisogna fare la dichiarazione dei redditi.

  12. Buongiorno.
    Vivo in affitto e il mio proprietario di casa mi ha aumentato l’affitto mensile di qualche euro perché mi ha detto che lo ha aggiornato con la variazione ISTAT. Ma è corretto?

  13. Se devo registrare un contratto di affitto devo per forza andare in ufficio dell’agenzia o posso fare on line?

    • è possibile registrare on-line un contratto di affitto.
      Bisogna essere in possesso dei codici di accesso al sito dell’Agenzia delle Entrate.

  14. Salve, mio figlio si è iscritto all’università (statale). Posso recuperare una parte dei costi di iscrizione o anche dei libri di testo quando faccio la mia dichiarazione dei redditi?

    • I libri di testo: NO.
      Per quanto riguarda le rette di iscrizione, si può recuperare in dichiarazione dei redditi il 19% dell’importo pagato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.